Padiglione EXPO 2015

Padiglione EXPO 2015, Milano, Italia, 2011:

Oggi l’umanità dispone di saperi e tecnologie impensabili fino a pochi decenni fa, strumenti che possono aprire nuovi orizzonti per una crescita sostenibile. Lanciamo al visitatore una sfida etica, tecnologica e scientifica: trovare e condividere una nuova visione del domani.
Il padiglione propone un percorso materiale e concettuale in tre momenti: la dualità della contemporaneità, il cambiamento possibile e le pratiche virtuose. Questi tre momenti si concretizzano in tre percorsi: il percorso lineare, dove un tapis roulant ci trasporta attraverso le contraddizioni e i rischi della nostra debole e litigiosa umanità drogata dal petrolio; la spirale ascendente, dove ci muoviamo attraverso i cambiamenti che portano ad uno sviluppo diverso e sostenibile; la spirale discendente, dove attraversiamo i nostri esempi concreti e le nostre pratiche virtuose.
All’apice del padiglione si trova un enorme blocco di ghiaccio, che simboleggia la vetta e il luogo di meditazione, dispensatore di acqua e di vita. Alla base delle spirali la cucina-fucina: il fuoco che trasforma, fulcro di convivialità e allegria, fucina delle idee.
Il padiglione é costruito con moduli prefabbricati di legno e tessuti tecnici; 0,62 è il coefficiente degli spazi del padiglione, come il rapporto fra il numero di calorie disponibili per un abitante del terzo mondo e quelle disponibili per noi visitatori del padiglione. L’acqua è il simbolo della continuità geografica e culturale fra Italia e Svizzera.